Lungi da me Fanzine Vol. 4

3,00

Il prezzo della fanzine copre i costi di produzione se volete inviare una sottoscrizione potete inviare il denaro qui: https://www.paypal.com/pools/c/8nA1jI82dl

Nella primavera 2017 arriva il tanto agognato numero #2, quasi un anno di attesa per queste 155 paginette foderate da una copertina verde, ancora una volta l’opera risulta curata e riuscita in ogni sua sfaccettatura ancor piu’ del numero precedente, il contenuto risulta casualmente omogeneo come ben spiegato nelle conclusioni.

5 disponibili

COD: lungi-da-me-fanzine-vol-4 Categoria: Tag:
Descrizione

Il cosmo, la mela e tu, tra le casse di frutta impilate e le offerte del giorno.

Nel reparto ortofrutta la realtà appare disegnata dal significante più che dal suo contenuto e la tua libertà di scelta lunge dalla tua volontà – Una questione di linguaggio – “Come si sente dopo aver abbandonato le sicurezze illusorie e le paure fittizie che le offriva il sistema?” – Parole che si muovono – migrante è risultato amolti troppo generico e abusato per identificare le migliaia e migliaia di persone in fuga da guerre e distruzioni, da persecuzioni e torture – Mediterraneo – un crescente numero di persone costrette ad affrontare il Mediterraneo in condizioni psicofisiche e di navigazione catastrofiche nella ricerca di un futuro migliore anche a costo della morte.

Perché niente è peggio della Libia, nemmeno annegare – Lì Fuori – sono tutti lì fuori, aspettano me – Paradosso Perù – dentro è diverso, un altro pianeta. Un’altra città, Lurigancho – Continuare a respirare – non sono un pastore errante e neanche un venditore di almanacchi, non vendo certezze e non so giocare a scacchi – Anna Campbell è amata – Anna Campbell è immortale: antifascista, rivoluzionaria, femminista.

E a chiudere quello stendardo una parola forse “estranea” ma potente quanto “martire”: “amata” – Legala bene – posso andare ovunque e nessuno mi sta dietro. Libera da consumi, lentezze, inquinamento, divieti, orari – Ricette dal caos – come un piccolo seme ha la forza di spuntare nella terra più arida della Savana e diventare un gigantesco albero, così un germoglio ha la forza di crescere perfino privato di quella terra, sull’umida stoffa o rompendo il cemento se necessario – Mondeggi bene comune – in questa situazione particolare, il luogo e le vite che lo compongono diventano il percorso stesso – Un ricordo di pietra – passi a tratti sicuri, a tratti spensierati, passi immersi nella loro quotidianità, nel ritmo della vita – Brida e il rito – se non le fosse stato insegnato che l’Animale non poteva capire, Brida avrebbe giurato di aver visto in lui un guizzo di terrore – Nazi dogs fuck off! – sotto ogni flyer troneggiava sempre più spesso il monito: “No cani, no nazi, no vetro”, la triplice negazione della sua esistenza – Il carrello della spesa nel movimento anarchico – si potrebbe osare dire che il carrello della spesa sia addirittura sessista – Gli esclusi volontari – la città-fortezza, infatti, è popolata di persone convinte di essere libere: libere di avere delle opinioni proprie e divergenti, tipo scegliere fra due fustini di detersivo che contengono sempre lo stesso prodotto – La distro da, la distro daje forse non c’avrete capito un cazzo perché onestamente stiamo scrivendo di getto, col cuore, senza pensarci troppo – Nonno Fetish & Nonna Punk – quella è la cacca del nonno? Girls in some bands – quel che viene chiesto di rinunciare in quel posto non è un diritto, ma un privilegio – Binari – seguo la linea curva delle rotaie fino al punto in cui sfumano nel nulla. Penso che quella linea arriva fino a casa // Cosa centra questo con una fanzine punk? Non ne ho idea!

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lungi da me Fanzine Vol. 4”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vendor Info

Vendor Information

  • Store Name: Lungi da me fanzine
  • Vendor: Zanna
  • No ratings found yet!
More Products